Guida dettagliata su quali preservativi scegliere in base alle proprie esigenze


La forma più efficace per il controllo delle nascite e prevenzione delle infezioni è senza dubbio l’astinenza dal sesso. Ma sappiamo bene quanto sia difficile ed improponibile. Per quelli che vogliono avere rapporti sessuali senza preoccupazioni, i preservativi sono una grande opzione per garantire una certa sicurezza.

Ma quali preservativi scegliere esattamente?

Il titolo di questo articolo farebbe credere che stiamo per darti il nome del miglior preservativo assoluto per qualsiasi uomo.

E il vincitore è: ………………..

Mi dispiace! Non c’è un nome. Perchè?

Perché quello che è meglio per un diciottenne potrebbe non esserlo per un uomo di cinquanta anni, cosi’ come un uomo di corporatura magra farà scelte differenti da un uomo con ossatura più robusta.

Altro aspetto da non sottovalutare sono le allergie al lattice.

Se tu o il tuo partner siete allergici al lattice e non usate i preservativi giusti, potreste avere una reazione allergica.

Quindi, quando si pensa a quali preservativi scegliere bisogna tenere in considerazione molte variabili.

Da quale materiale è formato il preservativo?

Gli uomini che si affacciano per la prima volta al mondo dei preservativi potrebbero grattarsi la testa a questo punto.

I preservativi sono ora realizzati in tre tipi di materiale: lattice, poliuretano e un materiale più recente, poliisoprene.

Bisogna conoscere le differenze prima di scegliere quelli adatti per te.

Il lattice è stato utilizzato per generazioni e proviene dalla pianta degli alberi della gomma. Nel corso degli anni i produttori hanno introdotto nuove sostanze chimiche per creare preservativi in lattice con trame, sensazioni e spessori diversi.

Tuttavia, alcuni uomini e donne hanno sensibilità al lattice. Il modo per saperlo è acquistare un preservativo non lubrificato economico e strofinarlo sulla pelle. Se non avviene nessuna reazione, è possibile utilizzare il lattice. Le reazioni per coloro che hanno sensibilità possono variare da semplici eruzioni cutanee fino al gonfiore del viso e della lingua e difficoltà nel respirare. Nel caso in cui ciò avvenisse, bisogna chiamare immediatamente i soccorsi.

I preservativi in ​​poliuretano sono una buona alternativa per chi presenta, appunto, questa sensibilità. Il poliuretano è un materiale sintetico sottile e trasparente ed è affidabile come il lattice. Conduce il calore corporeo meglio del lattice e quindi aumenta il piacere sessuale. C’è un rovescio della medaglia però! Infatti non ha la capacità elastica del lattice. Se il preservativo è troppo largo, potrebbe scivolare durante il rapporto.

Il poliisoprene è sempre un’ alternativa e, rispetto ai preservativi in poliuretano, sono molto più elastici, il che significa che fornisce una migliore vestibilità.

Prima di scegliere il preservativo devi conoscere la tua taglia

Ogni pene ha dimensioni diverse, perciò è opportuno scegliere la taglia giusta del preservativo.

preservativi quali scegliere

Quindi prenditi un momento e misura il tuo amichetto!

Ci sono anche delle app che aiutano a questo scopo.

Un pene medio è lungo tra i 12 e i 15 centimetri e ha una larghezza tra gli 11 e i 13 centimetri. Se le tue dimensioni non rientrano in questi parametri, non accade nulla, avrai semplicemente bisogno di una dimensione maggiore o minore.

I preservativi sono venduti in base alla lunghezza e alla circonferenza ( spessore ).

Ricordati: se il preservativo è troppo stretto può rompersi e se è troppo largo può scivolare, quindi assicurati di sceglierne uno che si adatti correttamente al tuo pene.

I preservativi sono riutilizzabili?

I preservativi non sono riutilizzabili perciò utilizzane uno nuovo ogni volta che fai sesso. Se usati secondo le indicazioni, sono efficaci al 98% nel prevenire la gravidanza.

Se si opta per una lubrificazione aggiuntiva, è bene scegliere quelli a base acquosa con preservativi in ​​lattice e poliisoprene. Nel caso di lozioni o vaselina, il lattice può danneggiarsi. Con i preservativi in ​​poliuretano puoi usare entrambi.

È necessario conservare i preservativi in un luogo fresco e asciutto. Se ne metti uno nel tuo portafoglio e non lo usi, tiralo fuori quando arrivi a casa, per evitare di danneggiarlo. Presta attenzione anche alla data di scadenza.

Un’ultima nota: potresti aver sentito uomini vantarsi della sensazione provata con i preservativi in pelle di agnello, che in realtà sono costituiti da una membrana dell’intestino della pecora. Questi sono i preservativi più costosi eppure i migliori per quanto riguarda le sensazioni naturali. Tuttavia, c’è un grosso inconveniente: non sono sicuri nel prevenire la gravidanza e la trasmissione delle malattie.

Se ti interessa sapere di più sui vari tipi di preservativi, abbiamo preparato due sezioni complete per scegliere i migliori:

Lo sapevi inoltre che esistono i preservativi femminili? Sono degli ottimi contraccettivi in alternativa al condom normale. Se vuoi saperne di più ti rimando all’articolo in questione.



0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *