Bondage! Per qualcuno questo nome spaventa, per altri invece stuzzica “l’appetito sessuale”. In questo articolo scopriremo insieme che cos’è e, soprattutto, come godere di questa pratica in maniera totalmente sicura.

Il termine Bondage deriva dalla parola francese il cui significato è “schiavitù” e può essere inteso sia come disciplina estetica erotica ( rappresentato dai disegni delle corde sul corpo – pratica dello Shibari ), sia come preludio di un attività sessuale, ricca di profondi stimoli sensoriali ed emotivi.

Il termine stesso indica implicitamente il legare alcune parti o circondare il corpo con manette, tessuti, corde, catene in maniera più o meno tesa a seconda delle esigenze e dei gusti di ciascuno.

C’è chi usa i termini BDSM e Bondage in modo intercambiabile, ma è corretto riferirsi a Bondage come parte di esso, più specificamente alla lettera B all’interno del BDSM (Bondage/Disciplina/Dominazione/Sottomissione/Sadismo/Masochismo)

Quando si parla di Bondage, si intende anche il padroneggiare e l’avere il controllo durante una sessione o gioco sessuale. In questo caso, la parte dominante è quella che ha il controllo assoluto sull’altra parte e deciderà come e quando l’azione avrà luogo.

La parte sottomessa, non sarà in grado di esercitare alcun movimento mentre è in balia di ciò che il dominante decide di fargli… e questa è la parte migliore.
Inoltre, durante la pratica si farà uso, a propria scelta, di accessori complementari.

bondage-accessori

Il Bondage per molte coppie e per chi l’ha sperimentato, ha reso le relazioni sessuali molto più appaganti e accattivanti.
Proviamo ad elencare i benefici che comporta questa pratica:

  • Introduzione di nuove esperienze in grado di interrompere la routine
  • Aumenta l’eccitazione e il desiderio sessuale
  • Migliorerà la fiducia nella coppia, in quanto la persona dominante avrà il pieno controllo sulla persona sottomessa
  • Maggiore conoscenza di sè e dei limiti del proprio corpo

Suggerimenti per iniziare

Se stai leggendo questo articolo e sei arrivato fin qua, probabilmente ( se sei un principiante ) sarai curioso di scoprire come iniziare e sperimentare il Bondage. Senz’altro, è necessario definire alcune regole affinchè tutto possa materializzarsi nel migliore dei modi.

Prima cosa è consigliabile conoscere bene il proprio corpo e i propri limiti

Scambiarsi i ruoli durante la sessione in modo da provare le sensazioni dall’altra prospettiva

Concordare su ciò che piace e non piace, definendo anche i piccoli dettagli

Non deve causare dolore. Segnare i limiti e definire quanto si è disposti a tollerare

Quando si parla di immobilizzazione e legami, è importante non rendere i nodi troppo complessi, per facilitare in seguito lo scioglimento. Inoltre, è consigliabile non stringere in aree suscettibili per non interrompere la circolazione

Munirsi di piccoli strumenti da taglio, come forbici, in modo da annullare velocemente il nodo in caso di emergenza

Evitare l’alcool o altre sostanze

Per concludere

Esiste la falsa convinzione che tutto ciò che ha a che fare con BDSM, Bondage, Dominazione, Sottomissione… implica dolore fisico o sofferenza. 
In realtà, nella pratica del Bondage, l’unico scopo è quello di provare piacere per entrambi i ruoli.
Se hai voglia di iniziare, ti invitiamo a soddisfare la curiosità, aggiungendo anche un manuale semplice e pratico che potrà aiutarti nello scopo. Lo potrai trovare cliccando qui sotto:

oppure

La pratica del Bondage deve essere sempre sicura, ragionevole e consensuale.


Potrebbe interessarti


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *