Esaminiamo i miti più comuni e obsoleti sulla nostra vita intima.

Miti o credenze frequenti sul sesso

Nonostante l’ampio accesso alle informazioni che attualmente abbiamo grazie a Internet, ci sono ancora miti o credenze errate legate alla sessualità che condizionano in misura maggiore o minore la nostra esperienza sessuale.

Questa disponibilità di informazioni non sempre facilita la nostra vita o aiuta a prevenire problemi, soprattutto se sono adattate a schemi o non si basano su conclusioni scientifiche. Questo è ciò che accade in molti siti Web con pochi contenuti contrastanti, basati su credenze popolari e su diversi aspetti della sessualità.

Sebbene queste informazioni inadeguate possano influenzare tutti, indipendentemente dalla loro età, gli adolescenti sono quelli più vulnerabili. Ancora una volta, l’educazione diventa uno strumento chiave per contrastare i possibili effetti dannosi che tutto ciò può comportare.

Al primo rapporto sessuale non c’è possibilità di gravidanza e fa sempre male

Va detto che non esiste alcuna relazione tra la prima volta e la maggiore – minore probabilità di gravidanza, poiché è l’uso di un metodo contraccettivo efficace che riduce la possibilità di gravidanza.

Il dolore può apparire durante la prima volta a causa dell’importanza che il rapporto rappresenta nella nostra cultura . Questo fa sì che uomini e donne arrivino alla loro prima relazione coitale con grandi aspettative che in molti casi causano nervosismo, ansia e persino paura. Questo aspetto emotivo influisce sull’ eccitazione e per la donna implica una non corretta lubrificazione vaginale. La vagina ha una struttura elastica in grado di “ricevere” qualsiasi dimensione del pene, ma la giusta lubrificazione gioca un ruolo essenziale per non provare dolore durante l’atto.

Potrebbe interessarti:

La dimensione del pene è molto importante nei rapporti sessuali

E’ ormai una convinzione molto diffusa quella di ritenere importante le dimensioni del pene, per provare più piacere sessuale. La verità è che la dimensione è relativamente importante, a meno che il gusto o la preferenza della persona non seguano tale linea. In ogni caso e in termini generali, il potere sessuale ha poco a che fare con la dimensione del pene poiché ci sono molti elementi nella scena sessuale che determineranno la soddisfazione finale.

Di conseguenza, è importante non cadere in questa ossessione e pensare più in termini di funzionalità che in termini di dimensioni.

L’uomo è colui che deve prendere la parte attiva della relazione sessuale

La cultura di genere ha attribuito alcuni ruoli agli uomini e altri alle donne. Pertanto, i primi devono essere attivi, prendere l’iniziativa nella relazione e assumersi la responsabilità del piacere delle donne (in caso di relazioni eterosessuali). Le donne dovrebbero essere più passive e “lasciarsi fare”. È importante considerare che sia gli uomini che le donne hanno gli stessi diritti sessuali e quindi adottano il ruolo desiderato indipendentemente da quali siano i segni della cultura.

Il coito interrotto è un buon metodo contraccettivo

La pratica del coito interrotto consiste nel rimuovere il pene dalla vagina quando l’uomo sta per eiaculare. Pensare che il coito interrotto sia un metodo contraccettivo efficace è una convinzione oltre ad essere pericolosamente errato per due motivi: primo, perché l’uomo prima dell’eiaculazione emette liquido pre-seminale che, sebbene non contenga spermatozoi, potrebbe trascinare lo sperma situato nell’uretra da eiaculazioni precedenti, quindi il rischio di gravidanza è presente. 

D’altra parte, non ci protegge dalle malattie sessualmente trasmissibili poiché la penetrazione vaginale è la via di rischio più grande contro il contagio.

Il preservativo o il femidom riduce la sensibilità

L’ uso del preservativo o del femidom nelle relazioni sessuali è una delle pratiche più sane che possiamo eseguire. Il preservativo ha uno spessore di circa un millimetro, questo rende la “perdita” di sensibilità minima. Pensare che il preservativo toglierà la sensibilità ti predisporrà proprio a questo.

Se l’uomo perde un’ erezione è perché non considera attraente il suo partner

Quando la perdita di erezione si verifica frequentemente, è da considerare la possibilità che ci sia un problema, e non che la causa sia per forza una mancata attrazione verso il partner. A volte i motivi sono semplici, potrebbero avere a che fare con l’ansia, con la paura che si ripeta o l’idea di misurarsi con gli altri.

A questo proposito potrebbe interessarti: